Commissione Tributaria Provinciale di Roma, sentenza n. 12430/19 depositata il 30.09.2019

“L’atto con il quale si vincola un bene in TRUST non determina effetti traslativi in senso proprio”

Roma, 2 ottobre 2019 – La Commissione Tributaria Provinciale di Roma accoglie con sentenza n. 12430/2019 il ricorso patrocinato dal partner Flexad @Dott. Vincenzo Stuppia unitamente al responsabile litigation Avv. Giampiero Stuppia nei confronti della AE. 

La Commissione Tributaria Provinciale di Roma, con la sentenza n. 12430/19 depositata il 30.09.2019 ha cassato un Avviso di Liquidazione volto al recupero di imposta di registro, ipotecarie e catastali, ritenute  dovute dall’Ufficio per intervenuta decadenza dalle agevolazioni fiscali relative all’acquisto della prima casa ex art 1 Tariffa allegata D.P.R. 131/86.

Questi i fatti in causa:

La contribuente, in data 15.09.2011 acquisiva immobile di civile abitazione usufruendo delle c.d. agevolazioni prima casa.

Nei termini di legge vi trasferiva la propria residenza e quella del nucleo famigliare.

Successivamente, in data 16.04.2014,  vincolava in trust auto dichiarato la nuda proprietà dell’immobile, continuando a risiedervi con la propria famiglia.

L’Ufficio, considerando l’istituzione del vincolo in trust autodichiarato della nuda proprietà alla stregua della cessione del diritto prima del quinquennio, recuperava a tassazione la porzione di imposte relative al vincolo di tale diritto ed emetteva avviso di liquidazione.

Il Contribuente, ricorreva evidenziando che il vincolo in trust auto dichiarato non può essere considerato un vero e proprio trasferimento sia in quanto il (presunto) trasferimento è semplicemente strumentale all’esecuzione del mandato fiduciario, sia perché il vincolo in trust auto dichiarato è un vincolo non dissimile dal vincolo di destinazione ” fondo patrimoniale” per il quale risulta  impossibile configurare trasferimento a terzi.

La C.T.P. di Roma, accoglieva quindi le doglianze del contribuente ed annullava l’avviso di liquidazione.

La sentenza in commento riveste particolare importanza in quanto rappresenta una delle prime sentenze delle Corti di Merito nelle quali comincia a trovare pratica applicazione il principio interpretativo confermato a più riprese dalla Suprema Corte, e per il quale “Il trasferimento del bene al trust a non determina effetti traslativi.

La particolare importanza della suindicata pronuncia conseguita con caparbietà da FLEXAD ed è stata anche commentata dal Dott. Vincenzo Stuppia per Diritto24 il Sole24ore ed il relativo contributo potrà essere visualizzato al seguente URL: Vincoli di beni in trust, nota a sentenza n. 12430/19 Commissione Tributaria Provinciale di Roma.

Scarica il provvedimento in formato PDF dal seguente link: Commissione Tributaria Provinciale di Roma, sentenza n. 12430/19.

Contattaci

Lascia i tuoi dati, una email e un numero di telefono, sarai contattato da un advisor dedicato per analizzare le tue esigenze e proporti le nostre soluzioni: